RSS

Quando in vacanza la tua faccia comincia a somigliare alla foto del passaporto, è ora di tornare a casa, possibilmente di corsa e senza rompere…

08 Gen

Quando in vacanza la tua faccia comincia a somigliare alla foto del passaporto, è ora di tornare a casa, possibilmente di corsa e senza rompere…

6a01630241df75970d016763a02c2b970b-800wi

Il titolo di questo post è un omaggio ad una delle mie scrittrici preferite, Erma Bombeck che si trovo a scrivere un libro sulle sue vacanze ma osservando anche i comportamenti beceri delle altre coppie, e mi chiedevo che cosa avrebbe fatto al posto mio se avesse visto la coppia di cui vi parlerò, la risposta è molto semplice, avrebbe scritto.
C’è gente che non si dovrebbe muovere da casa, se vai in vacanza per rompere le scatole la cosa migliore per tutti e che tu non ti muova da casa tua, i due in questione provengono da una nazione che normalmente mi sta sulle scatole, anche se a dire il vero qui alla Guesthouse fino a questi due i turisti provenienti da siffatta nazioni sono stati estremamente carini e simpatici facendomi quasi cambiare idea,
La coppia in questione purtroppo ha cominciato a rompere già prima di arrivare da noi, normalmente contattiamo i clienti per sapere l’orario di arrivo, principalmente per organizzarci ed evitare di fare un turno di 11/12 ore qui al desk, con la prima mail circa cinque giorni prima del loro arrivo avvisano che sarebbero arrivati alle 14, ok poco male, poi due giorni dopo cambiano idea e segnalano le 17 come orario, e già me le fanno girare un pochino, il giorno del loro arrivo fanno chiamare dal portiere del loro precedente albergo per dire che non sanno a che ora arriveranno perché una volta arrivati a Roma si faranno un giro per la città…ed in quel momento mi giravano così vorticosamente che stavo per far volare in aria il desk…chiedo gentilmente di passarmeli al telefono e scopro con raccapriccio che avevano lasciato istruzioni al portiere di avvisarmi solo due ore dopo la loro partenza in modo da essere irreperibili.
Quando arrivano qui a Roma piove quindi si precipitano da noi, arrivano mentre sto facendo un altro check in a due ragazzi italiani , estremamente simpatici e carini tra le altre cose, e passano avanti ai due italiani come se niente fosse, i due italiani li guardano e capiscono subito il loro alto grado di stronzaggine e li fanno passare avanti, lei aveva la faccia che sembrava perennemente in sindrome premestruale e lui era l’anello mancante tra l’uomo e la scimmia, mi è sembrato che lui sorridesse all’epoca ma ora come ora sono più portato a pensare che fosse una semi-paresi od un rictus, o forse molto più semplicemente per sopportare lei era sotto psicofarmaci.
Una delle comiche è che lei dice di non parlare una parola di inglese e di non capirlo, io non parlo la sua lingua ma la capisco, quando le faccio una domanda a tradimento mi risponde si nella sua lingua , quindi l’inglese lo capisce eccome, il giorno dopo cominciano le lamentele, sul box doccia che è vecchio, che in realtà è stato cambiato meno di due mesi fa quando siamo stati chiusi una settimana per fare dei lavori, e poi dice che si è improvvisamente otturato, e li io guardo il marito che veramente soffre di ipertricosi, ok le dico che non ci sono problemi avrei risolto il tutto in mattinata,
Quando la ragazza che fa le pulizie entra nella loro camera e si accinge a rifare il letto mi chiama disperata, mi indica le lenzuola, non so se avete presente un gatto nero che perde peli su un divano bianco, moltiplicatelo per mille e siete vicini al risultato, non rimane altro che infilarsi un paio di guanti e procedere all’incenerimento diretto della biancheria, nella doccia sono stato costretto ad usare il disgorgante all’acido solforico. Comunque le loro lamentele sono continuate per tutto il soggiorno, il picco è stato raggiunto quando lei si è lamentata della eccessiva luminosità della stanza, e naturalmente hanno chiesto uno sconto sul prezzo della stanza per il loro disagio, che altrettanto naturalmente è stato rifiutato e si sono vendicati lasciandoci una recensione bassa.

Annunci
 
7 commenti

Pubblicato da su 01/08/2014 in Clienti Fetenti, Tourist Editions

 

7 risposte a “Quando in vacanza la tua faccia comincia a somigliare alla foto del passaporto, è ora di tornare a casa, possibilmente di corsa e senza rompere…

  1. ImpiegataSclerata

    01/08/2014 at 12:54 pm

    Bella questa della camera troppo luminosa (oltre a tutto il resto), però se la mettevi in un sottoscala buissimo non avrebbe apprezzato lo stesso.

    P.S.
    Ipertricosi… Mi pare che alcuni medicinali (antidepressivi? antipsicotici? stabilizzatori delll’umore? o che so io)… Abbiano come l’effetto collaterale tale problemino… Per non parlare dello stess che provoca la caduta dei capelli.
    Quindi se lui perdeva più capelli di un gruppo di cani da slitta con il pelo doppio durante il periodo della muta doveva essere ridotto maluccio proprio. *__*

     
    • lucarizzo

      01/08/2014 at 2:00 pm

      Si infatti la tipa si sarebbe lamentata sempre e comunque, la razza infatti era la Lamentazio Rompipallorum, e per quanto riguarda lui è riuscito ad otturare lo scarico con una sola doccia…

       
      • ImpiegataSclerata

        01/08/2014 at 10:25 pm

        Il prossimo passo sarà chiedere il divorzio.

         
  2. foxy64

    01/09/2014 at 2:49 pm

    Bella coppia di fetenti. Lui mi fa (quasi – perché chi è causa del suo mal pianga se stesso) pena ma lei da come la descrivi è una di quelle che investirei, e poi per sicurezza farei anche retromarcia. Chi ha mai detto quant’è bello lavorare col pubblico?

     
    • lucarizzo

      01/09/2014 at 5:57 pm

      …se vuoi ti mando l’indirizzo e la benzina te la pago io 😛

       
  3. Ful Cap

    04/11/2014 at 6:29 pm

    Russi?

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: