RSS

Archivio mensile:luglio 2011

Una tranquilla giornata infernale (oggi ce n’è per tutti…)

Una tranquilla giornata infernale (oggi ce n’è per tutti…)

La morte di Amy Winehouse come previsto ha portato di nuovo i suoi due cd in vetta alle classifiche e come da copione anche noi abbiamo finito immediatamente quei pochi pezzi che avevamo, il fornitore ne è rimasto sprovvisto e addirittura sono mancanti in casa di distribuzione, in confidenza il fornitore mi ha detto che tra le prenotazioni in due giorni i negozianti hanno ordinato fino a 500 pezzi in totale dei due titoli, insomma la conferma che se vuoi vedere devi morire. Inutile dire che qui al CIM hanno cominciato immediatamente a scassare le palle con le classiche assurdità, a me Amy piaceva e non poco per cui i fan idioti dell’ultima ora mi hanno dato non poco fastidio…

1° Idiota: signora sulla cinquantina andante
-Scusasseme ma li dischi della buonanima della Uainausse li tenete, a me piaceva assaje assaje…
-Eccoli…
– Ma solo due sono?…ma non era na nigra???
E naturalmente non ha preso nessuno dei due

2° Idiota: uomo sulla quarantina
-…ma il Grettesttitts della UAINAISE è già uscito?
-….no….sigh

3° Idiota: signora sulla quarantina…
-Oddio che peccato mi piaceva tanto la Amy, ma io sto cercando un pezzo suo ma non ho capito dove stà, una canzone che si chiama Valerie…eppure i dischi suoi io cello tutti ma tutti…
-Guardi sta sulla versione deluxe del secondo disco Back To Black
-No non è possibile io quello cellò….
Gli faccio vedere la tracklisting del disco e Valeriè è la prima del secondo cd e lui niente continua a dire che non è possibile, dopo di che mi tira fuori un cd masterizzato e mi fa
-Si vede che quando me lo hanno copiato mi hanno tolto quel pezzo senno non mi ci entrava, non è che me lo potrebbe masterizzare lei, naturalmente per una sola canzone neanche glielo pago…
-Naturalmente…se non se ne va entro cinque secondi chiamo la sorveglianza e la finanza….

Inutile dire che ha preso subito il fugone, e questo era solo la mattina, poi è arrivata lei quella che con la sua richiesta mi ha fatto ridere per non so quante ore, c’era una amico in negozio che si è sentito male dalle risate ed è dovuto andare in bagno almeno tre volte per riprendersi…

….CHE MI DA QUALCOSA DI BELLO, NERO, CALDO ED ANCHE UN PO’ DURO….

Mi ha spiazzato e sono scoppiato a ridere, non sono riuscito a trattenermi, come mi è stato fatto notare potevo consigliarle Lenny Kravitz ma non credo che alla fine fosse quello che aveva in mente, comunque durante la pausa ho raccolto un po di testimonianze di altre commesse e commessi ed ho capito che la giornata non è stata infernale solo per me ma per tutto il centro, in un negozio di abbigliamento una signora ha riportato indietro un costume BAGNATO E CON LE TRACCE BIANCHE DEL SALE, giurando e spergiurando che non era mai stato usato e che era uscito dal negozio esattamente in quelle condizioni…e naturalmente era senza scontrino. In un altro negozio una signora si è presentata con una certa FACCIA COME IL CULO per fare un cambio di un anello, l’oggetto in questione aveva una splendida pietra dura spaccata e scheggiata, la signora ha naturalmente affermato che l’anello era caduto da un altezza di meno di 5 centimetri, la commessa gentile e professionale come poche ha comunque preso nota dell’accaduto ma ha comunque avvertito che normalmente la garanzia non copre quel tipo di danni, la signora ha preso subito d’aceto e ha fatto le sue rimostranze. La ragazza è rimasta impassibile e sempre gentile ha preso nota delle sue rimostranze anche se la voglia di prendere la signora per i capelli e sbatterla su ogni spigolo vivo del centro commerciale a me era venuta quasi subito, un oggetto si riduce in quella maniera solo se lo scagli violentemente contro una superfice dura ,mah chissà probabilmente la signora aveva portato la mano alla fronte…. Poi il pomeriggio è continuato anche peggio, una signora cercava un vecchio successo italiano degli anni 80, purtroppo quella canzone non si trova in compilation, ma solo sul cd dell’autore, considerando che era pure in offerta lo abbiamo mostrato alla signora la quale ha reagito guardando il prezzo nella stessa maniera in cui Dracula reagisce all’acquasanta, cioè zompando all’indietro e mostrando le gengive, per lei 4,90 era un prezzo inaccessibile per un cd, probabilmente pensava che glielo regalassimo. Dulcis in fundo si sono presentate verso le 18 due sorelle, hanno guardato per tutto il negozio ed in tutti e 108 espositori dei cd (108×50 titoli almeno) sbuffando e criticando di continuo, poi quando alle 20 ho fatto presente che era ora di chiusura le due si sono dirette all’uscita sempre sbuffando e mi hanno fatto presente che non avevamo molto assortimento…non hanno trovato quello che cercavano ma si sono prese un MAVAFF che spero gli duri almeno quanto le batterie del vibratore.

Annunci
 

Ordini e Disordini

Ordini e disordini

E’ vero che siamo al CIM e sempre più gente prende la singolare e scassa-pallante caratteristica di ordinare del materiale per poi venire e scordarsi quello che si è ordinato, ma ieri devo dire che abbiamo toccato il fondo con un cliente che da ieri abbiamo soprannominato RincoJazz, meno male che c’era anche il proprietario, che tra le altre cose è quasi caduto dalla sedia dalle risate….

il vero caso-limite, l’arrivo di RincoJazz

Arrivo al CIM dopo 48 ore di meritata pausa, ebbene si una volta ogni due settimane mi riposo anche io, arriva anche RincoJazz, mi avvicina e mi dice
-Devo ritirare dei cd che ho ordinato
-Le è arrivato il messaggio che dice che sono arrivati?
-Veramente no…

Dunque, di solito quando prendiamo un ordine prendiamo il nome dell’articolo (titolo e interprete) con il numero di cellulare di chi ordina, quando arriva il materiale mandiamo un SMS proforma che spesso non capisce nessuno nonostante la sua semplice chiarezza (Gentile Cliente abbiamo reperito il CD/DVD che ci ha richiesto ed abbiamo provveduto a metterlo da parte può passare a ritirarlo quando vuole Firmato IL CIM), semplicemente perché i blocchi-ordini sono sul bancone e vorremmo evitare che qualche cliente impiccione e/o scassa cazzi venisse tentato per cui non prendiamo il nome e cognome, tutto qui, ma torniamo a RincoJazz…

-Mi scusi ma allora come sa che sono arrivati?
-Il suo collega mi ha detto che erano in arrivo….
-OK allora mi dice cosa aveva ordinato?
-…mah veramente non me lo ricordo?
-…scusi?
-…si non me lo ricordo, ma sa… è passato del tempo….
-Quando li ha ordinati?mesi fa?
-No…ieri mattina…
-Ah…..(eccone un altro)
-…comunque sono di jazz io ascolto solo quello

Vado al cassetto dove teniamo il materiale ordinato, controllo gli arrivi di lunedì e trovo 3 cd di jazz in più e li prendo per farli vedere al cliente…
-Eccoli , Miles Davis,Billie Holiday e Diana Krall
-Oddio no mica è roba mia quella e che io gli ho chiesto sta roba…
-Mi scusi ma sono questi quelli che sono arrivati ieri…non c’è altro jazz arrivato…è sicuro che non siano questi?
-Ma no che non sono quelli scusi ma controlli meglio….

Controllo sul quadernone-blocchi dopo avere rimesso a posto i cd che avevo preso, e non trovo nulla, poi mi capita tra le mani un biglietto con una calligrafia sconosciuta, lo leggo e lo mostro al cliente,
-Mi scusi ma questa è la sua scrittura?
-Si si si si è questo il biglietto con i tutoli che mi servivano
-E’ Sicuro?
-aaaaaaaa si che sono sicuro…perché?
Perché c’è scritto Miles Davis,Billie Holiday e Diana Krall, che sono esattamente i cd che le ho mostrato prima…
-Sta scherzando?
Gli allungo il foglietto e lui lo legge a voce alta diventando finalmente rosso come un peperone…
-Miles Davis,Billie Holiday e Diana Krall
-….appunto.
-…mai fatta una figura così da rincoglionito…
me lo guardo e gli faccio
-tranquillo qui è quasi la norma…

Riprendo gli stessi cd che avevo preso prima e li allungo al cliente mentre guardo il proprietario che aveva seguito la scenetta sobbalzare sulla poltrona, stava singhiozzando dal ridere, come dargli torto.

Il cd di Vasco Rossi

-ciaooo sentiii scusaaaa ma cellllai Staghdoooor de Vasco
-scusa
-sissisissi no l’ultimo èerpenultimo
-Ma scusa il penultimo non è Instant Live from London…..
-noooooo sechiama Staghdooor io cellò è quello fino fino ma doppio
prendo il cd di Instant Live e glielo faccio vedere….
-Si Eccolo Staghdooor è quello…
(sulla copertina accanto al titolo c’è la scritta Stage Door, ossia l’entrata artisti sul palco…) lo faccio presente alla cliente ma niente da fare il cd non riesce a chiamarlo come si intitola….

 
 

Storie di Passioni Calde, Vergini di Ferro e Dvd da rendere…

Storie di Passioni Calde, Vergini di Ferro e Dvd da rendere…
Di nuovo di lunga qui al CIM e in piena calata dei Mongoli per l’apertura del periodo di saldi , che naturalmente hanno chiesto anche a me ma a parte Londra io i saldi sui dischi non lo ho mai visti, i salti si ma quello è un altro discorso, tra i vari Clienti Fetenti della giornata ci sono stati un trio mondezza assolutamente fantastico, tutto al maschile il primo me lo sono trovato in attesa fuori dal negozio prima dell’apertura, come si suol dire il buongiorno si vede dal mattino….

Un Dvd Da Rendere

-Senta scusi dovrei fare un cambio per un dvd che mi hanno regalato…
-Ha lo scontrino?
– Si eccolo…
-Che cosa le dò in cambio?
– Il dvd di Hair
– Eccolo…ma mi scusi il dvd da cambiare?
– Quello l’ho scordato a casa ma quando ho tempo giuro che lo riporto…
-Si come no….Joe Condor colpisce ancora….

Passione Calda

Arriva al CIM, tra i 50 ed i 60 anni, scoattamente abbronzato da fare paura…si avvicina al bancone e fa:
-Aho…ma la canzone de Passione Calda cellai?
Per un attimo mi sono visto di nuovo in videoteca a fare l’inventario dei film porno…
-Sicuro che sia quello il titolo?
-Si Si come no, è na canzone splendida, senza parole…veramente da orgasmo…
…di nuovo l’inquietante lista dei film porno ricomincia a fare capolino nella mia mente…decido di trattenere le risa per quanto possibile….
-…ma è proprio sicuro che sia quello il titolo…?
-Come no mi fijo me l’ha tradotta dar tubo…se ce vai sur tubo la trovi…è la pubblicità de na cosa che se chiama pure quella Passione Calda…OTTEPESSCION…
…e qui non ridere era veramente difficile, comunque vado “Sur Tubo” che poi sarebbe You Tube per chi non lo sapesse e naturalmente il famoso spot di OTTEPESSCION non era altro che un video montaggio fatto con una canzone di Enrique Iglesias che naturalmente non c’entrava un cazzo…faccio sentire la canzone al signore che appare sempre più sconsolato e mi dice:
-Mi sa che non è questa la canzone…ma come è possibile che lei non se la ricordi?
-Mi scusi ma di canzoni strumentali ne hanno fatte milioni…non è che si ricorda magari il gruppo o l’interprete?
-E si se lo sapevo me la ero già arruspata da me mica te la venivo a chiede…però me ricordo che era un nome tipo l’Arte Della Parte o una cosa similare…
E comincia a mugugnare la canzone che a primo acchitto sembrava più il richiamo di uno Zebù in calore ma poi tra un mugugno e l’altro arriva la divina ispirazione…vado di nuovo “Sur Tubo” trovo quello che penso potrebbe essere e la faccio partire…i 64 denti del signore si spalancano in un sorriso….
-Eccolaaaaaaaaaaaaaa, è lei Passione Calda….
-Veramente si chiama Moments In Love ed è degli Art Of Noise….
E una volta trovata la compilation che la contiene il signore si accomoda alla cassa, un’altra Mission Impossible del CIM è stata portata a termine…

Vergini di Ferro per Mr.Spocchia

Arriva al CIM abbstanza giovane ma decisamente al primo posto della classifica di Mr.Spocchia 2011, va diretto ai vinili senza neanche rispondere al buongiorno che avevo appena detto quando entrato nel negozio…
-Aho ma de li AIRONEMAIDEN ce sta solo sta robba qui?…
-Tra qualche giorno arriva anche il vinile a tiratura limitata del nuovo Greatest Hits…quindi per ora solo l’ultimo album…
-No io con GRETTEST nun ce faccio nulla me servono li primi
-In cd si si trovano in vinile credo proprio di no posso vedere all’estero…
-Machesstaaaadì in vinavil ce stanno tutti e cellanno tutti…
-…forse…quando sono usciti ma di ristampe non c’è altro…
-Machesstaaaadì in vinavil ce stanno tutti e cellanno tutti…
…daje…quando sono usciti all’epoca di sicuro…ora come ora in V I N I L E ci sono solo le ultime cose…ma posso sempre vedere all’estero…
-Machesstaaaadì in vinavil ce stanno tutti e cellanno tutti…
E naturalmente se ne va imbufalito dicendo che il nostro era un negozio che non valeva niente…

 
 

Della Serie Ma Che Solo A Me…Ordinaria Follia al Call Center

Un mio amico che chiameremo Mr.Duran lavora in un call center che si occupa di telefonia situato nello stesso centro commerciale dove si trova il CIM, e naturalmente anche lui ne ha sentite parecchie ma i due episodi che mi ha mandato sono in linea con la clientela-Tipo del negozio, non c’è niente dare secondo me è proprio il posto che attira quasi esclusivamente un certo tipo di persone…

1) Poltergeist???(Demoniache Presenze)

– Servizio clienti XXX buongiorno, come posso aiutarla?
– Guardi, mi deve aiutare davvero… c’ho il telefonino che di notte s’accende da solo e si mette a suonare e a fare le luci!!!!
– Scusi????
– Sì, ogni notte verso mezzanotte sto coso s’accende da solo e suona!
– Forse è qualcuno che la chiama? Ha per caso visto se appare il numero sullo schermo?
– Nun ce sta il nummero, prima è spento, poi s’accende e se vede solo l’ora…
– Non è che per sbaglio ha attivato la sveglia?
– Ma è un telefono, mica un orologgio!!!
– Molti cellulari hanno tra gli accessori la sveglia…
– No questo c’aveva solo le cuffiette… e comunque io la sera lo spengo… perchè quando lo schermo è nero è spento, vero???
– Non è sempre così, è sicura di aver premuto il tasto per spegnerlo?
– Sisisisisì, eppoi me se accende da solo, come devo fare???
– Signora, a sto punto chiami un esorcista…

2) Un Regalo

– Servizio clienti XXX buongiorno, come posso aiutarla?
– Che m’aregali 10 euri?
– Scusi?
– No è che devo fa na telefonata e nun c’ho sordi, me chiedevo se me potevi aregalà 10 euri!
– Se vuole posso farle una “Ricarica di Soccorso” e accreditarle due euro.
– No, perchè poi quando ce metto i sordi me li rilevano, no, tu me dovresti regalà dieci euro!
– Intende dal mio stipendio???
– Eh,sì, che me li mandi qui sul telefonino mio, tanto il nummero lo vedi, no? Allora aspetto. ok?
– Aspetti, aspetti….

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 07/05/2011 in Mica solo a me, Mononeuroniche

 

Ci si può commuovere anche al CIM (Off Topic(a)3)

Ci si può commuovere anche al CIM (Off Topic(a)3)
Diciamo che la giornata non era cominciata molto bene con l’acquazzone o meglio nubifragio che ha colpito la città, ero quasi riuscito a salvarmi dalla pioggia battente di stamattina quando arrivato nei pressi del centro commerciale un semaforo pedonale mi ha stoppato e con me una povera signora con tanto di borse della spesa, una macchina arrivata a semaforo giallo naturalmente anziché rallentare ha accelerato e si è avvicinata alla nostra zona della carreggiata sulla destra con il risultato di innaffiarci di acqua dalla vita in giù…se state pensato che sia stato casuale toglietevelo dalla testa visto che dopo averci innaffiato si è rimessa in carreggiata sulla sinistra. Comunque fradicio e gocciolante come un pulcino bagnato sono arrivato in orario per l’apertura delle porte del CIM…poco prima di pranzo arrivano in negozio tre donne, madre con due figlie e mi chiedono se avevo a disposizione una canzone piuttosto particolare di Mahalia Jackson, un gospel estremamente struggente tratto dalla colonna sonora del film Lo Specchio Della Vita (Imitation Of Life), a me quel film piace molto (oltra al fatto che è uno dei film preferiti di mio padre) per cui rispondo che non solo lo conosco ma che purtroppo sia la colonna sonora che il doppio cd di Essential della Jackson purtroppo in Italia sono fuori catalogo, le signore rimangono sconsolate soprattutto la madre che mi confida che sono quattro giorni che si stanno girando tutti i negozi di Roma in cerca della suddetta canzone ma che nessuno era stato in grado di rispondergli, propongo alla signora che posso vedere di importarla dall’estero ma che ci sarebbe voluto tempo. Letteralmente scoraggiate le vedo sull‘orlo delle lacrime e una delle ragazze mi risponde che il pezzo serviva per domani in mattinata, e capisco che purtroppo era per il funerale del loro padre ed è stata una richiesta del padre malato in punto di morte, mi commuovo fino alle lacrime e cerco il pezzo su internet , lo trovo e chiedo se mi possono dare un indirizzo di posta elettronica spiegando loro che lo mandavo e che poi sarebbe toccato a loro poterlo convertire, le tre donne commosse mi ringraziano e si offrono di pagare ma naturalmente io ho detto assolutamente di no, a chi ho raccontato la cosa mi ha preso per scemo o peggio ancora mi ha detto che mi dovevo far pagare ma io sono fatto così , non avrei mai potuto…e come ultimo gesto lascio un cartoncino con il mio cellulare in caso avessero problemi.

 
1 Commento

Pubblicato da su 07/05/2011 in Off-topic(a)