RSS

Archivio mensile:agosto 2011

Una grave carenza di Diottrie & Neuroni

Una Grave Carenza di Diottrie & Neuroni

Le ultime sferzate del caldo si fanno ancora sentire, come da me purtroppo per quasi tutto il centro commerciale dove lavoro, ma ho notato anche un’altra cosa, che sempre più gente non porta occhiali da vista, non che li sostituisca con lenti a contatto o operazioni al laser, li toglie e basta che se si somma alla mancanza o alla bollitura neuronale da caldo assassino produce comunque degli effetti devastanti. Chi li toglie per motivi di età (…mi invecchiano…. – Troppo tardi tesoro) o per motivi estetici (…mi fanno brutto/a – Specchi di legno a casa ???), in ogni caso chi ci va di mezzo alla fine siamo noi poveri commessi che siamo costretti ad assistere ed a subire delle scene del genere:

Entra una signora al CIM, strizza un po’ gli occhi, classico gesto da miope, lo conosco perché io sono veramente cieco come una talpa senza occhiali non mi alzo neanche dal letto, si mette a guardare le magliette che abbiamo, tenete conto che sono del genere, AC/DC, Led Zeppelin, Metallica, Iron Maiden e cose del genere, ad un certo punto le allontana un po’ schifata e si gira verso di me:

-Mi scusi…
-Prego….
– Ma le magliette le avete solo cosi…Pasticciate?
-…in che senso?
-…ci stanno mostri, teschi, mezzi angeli tutte cose strane…io volevo una cosa un po’ meno strana, che ne so con delle roselline con dei fiorellini, non ci sono?
-Mi scusi ma sono magliette di gruppi musicali, del resto questo è un negozio di musica…
– MUSICA?…aahhhh ecco che so sti cosi rossi, io pensavo che fosse un negozio di abbigliamento e accessori…

E io rimango li basito…non potendo sapere che da li a poco mi sarebbe successo di peggio.

Circa un oretta dopo entra un’altra signora, io ero su di una scaletta di spalle , giro la testa e la saluto , lei neanche risponde, poggia il borsone sul bancone e comincia a trafficare nella borsa fino a tirare fuori dei fogli di carta colorata che appoggia sul bancone…li osservo meglio e noto con terrore che sono delle ricette mediche.

-…oddio no non è possibile…- Mi scappa detto e scendo dalla scala.
– Ma che le avete già finite? – replica la signora stizzita
-Ma cosa?
-Le medicine….
-…signora…si rende conto che si trova in un negozio di musica?
-…ma che davvero?
-…si (sigh)
-Sa da fuori ho visto la cassettiera dei medicinali (dove teniamo i cd)…pensavo che fosse una farmacia…ma dove è la farmacia qui al centro?
-…veramente non c’è….
-….cazzo

E se ne è andata tutta impettita e incazzata…

Poi è arrivata la domenica e qui al centro c’è stata la desertificazione totale ed i pochi casi umani che si sono presentati erano veramente impubblicabili a parte un paio di casi da ricovero coatto immediato, il più divertente è stato il primo cliente domenicale:

…ma mi scusi mi sa dire il motivo per cui i cd tondi li mettono in custodie quadrate?…
– ….ma lo sa che è il motivo per cui io non dormo dal 1985….
Eccone uno che non aveva mai sentito parlare della quadratura del cerchio…

Annunci
 
 

Un ritorno Infernale

Un ritorno Infernale

Purtroppo dopo solo una settimana di ferie eccomi di nuovo qui al CIM dove naturalmente le cose sono peggiorate in maniera esponenziale, il caldo che sta massacrando la città si sente sempre di più ed i suoi effetti deleteri non si sono attardati a manifestarsi.
Quando sono andato via dal CIM ho lasciato fuori dalla porta il cliente degli psicofarmaci e potete capire il mio stupore quando una settimana dopo sono rientrato e l’ho trovato ANCORA fuori dalla porta, io credo che sia un segno divino del fatto che i giorni passati a casa sono stati troppo pochi…
Tra gli sgraditi ritorni della giornata c’è stato anche quello di Classicamente Rompicoglioni in versione 2.0…stavolta alle prese con il Don Giovanni…

-…mi dia il Don Giovanni…
-Guardi che in questo momento la Classica si prende su ordinazione…comunque che versione desidera? La completa o gli Highlights?
-E che so…
Breve spiegazione su di una caratteristica della classica e lirica, non tutti vogliono o possono comperare le opere in maniera completa ed allora esistono gli Highlights che di solito sono una raccolta sulle cose migliori dell’opera in questione.
Glielo spiego ma mi guarda come se non avesse capito ed infatti si va avanti per una mezzora al ritmo di :
-Ma il cd con gli Highlights è completo?
-No è una raccolta…l’originale è in 3 cd, gli Highlights sono in un solo cd…
-Ah e se io volessi gli Highlights ma completo…
-Allora si deve comperare l’opera completa in 3 cd…
-E se io la volessi in un cd solo?
-Allora si deve comperare gli Highlights in un solo cd
-Ma il cd con gli Highlights è completo?
-No è una raccolta…l’originale è in 3 cd, gli Highlights sono in un solo cd…
-Ah e se io volessi gli Highlights ma completo…
-Allora si deve comperare l’opera completa in 3 cd…
-E se io la volessi in un cd solo?
-Allora si deve comperare gli Highlights in un solo cd
-Ma il cd con gli Highlights è completo?
-No è una raccolta…l’originale è in 3 cd, gli Highlights sono in un solo cd…
-Ah e se io volessi gli Highlights ma completo…
-Allora si deve comperare l’opera completa in 3 cd…
-E se io la volessi in un cd solo?
-Allora si deve comperare gli Highlights in un solo cd…
Ad un certo punto gli ho fatto capire che saremmo potuti andare avanti fino a sera tardi in questa maniera e che non mi sembrava il caso, comunque poi dal fornitore ne trovo una versione economica e la propongo al cliente, meno di venti euro per il box completo da 3 cd + libretto esteso con foto.
-Oddio e che so ricca come Paperon de Paperoni…non ce sta niente sotto 5 euro?
…a quel punto è bastata la mia faccia ed è uscita di corsa dal negozio…

Tra le prossime uscite, le ristampe dei Pink Floyd sono tra le cose che stanno chiedendo quasi tutti i giorni, il problema è dato dal fatto che una parte arriveranno tra settembre e ottobre e l’altra parte tra gennaio e febbraio, per cui la maggior parte dei clienti chiedono la data di uscita o altrimenti se già si sa quando tra i due periodi uscirà l’album che gli interessa…e naturalmente c’è stata l’eccezione che conferma la regola…

-Mi dai le ristampe dei Pink Floyd?…
-Quale? Quelle di fine settembre o di fine gennaio?
-Ah…perchè si può sciegliere?
-…no la mia è una battuta retorica, nel senso che non sono ancora uscite…
-Ah…e cazzo…mio figlio me le ha chieste ed io come cazzo faccio?
-…comunque a partire da FINE SETTEMBRE le trova…
-Ah…e cazzo…mio figlio me le ha chieste ed io come cazzo faccio?
-…niente.è
..(in quel momento mi sembrava di essere la particella di sodio dell’acqua Lete che urla se c’è nessuno…)
-No è perchè sa…l’harde rock e l’hevvy mentall non è il mio tipo di musica…io so da NEOMELODICO NAPOLETANO….
-Non dica nulla la prego…
Che probabilmente lo stolto avrà preso come un segno di apprezzamento mentre il mio era semplicemente un gesto di autodifesa….

Santa Ironia Vergine e Martire aiutami tu.

 
2 commenti

Pubblicato da su 08/24/2011 in Clienti Fetenti, Mononeuroniche

 

Stronzi On Parade…

Stronzi on parade…

Lo so che è agosto e fa caldo, chi poteva partire se ne andato e chi è rimasto, molto probabilmente è perché o non ha soldi o ha problemi, e gravi come potete vedere, sta di fatto che è un paio di giorni che ci sono dei clienti che stronzeggiano come pochi, siamo, infatti, stati presi d’assalto dai cosiddetti Stronzi on Parade, quelli che fanno dell’essere stronzo una filosofia di vita, potrei anche capirli ma perché devono venire a rompere le scatole proprio a me?

Stronza Inutile

Sulla trentina arriva al CIM nel pomeriggio dell’altro ieri, testimoni oculari il proprietario e un cliente che si sono messo a fissarla esattamente come si fa con gli animali allo zoo…
-Dammi l’ultimo de Jovanotti…
Prendo il cd di “Ora” e lo appoggio sul bancone…lo prende e me lo rigetta con stizza.
-Ma che cazzo stai a di questo non è l’ultimo…questo io cellooooo…
-Scusi ma a meno che Jovanotti non ne abbia fatto uno nuovo stanotte per ora, l’ultimo è questo…
-nooo ma ce stalla canzone in radio er battito daaaa farfalla…. no der sole…er battito der sole…
-Guardi che quella è The Sound Of Sunshine è sta sul disco di Michael Franti…e prendo il cd di Michael Franti e lo appoggio sul bancone…
-Porca Vacca e io me devo prende sto cd pe na canzone….ma che so matta…io i cd di solito non li compro mai…figurarsi per un negro che non so manco chi è…
-E se vede…mi scappa…ma tanto non lo capisce…
-Senti che me lo dai a 10 euri?
-Manco morto…
-Ma così perdi una cliente…
-Guardi considerando che per sua stessa ammissione lei non compra CD, l’affare lo faccio io se lei non mette più piede nel negozio….
E naturalmente se n’è andata sbuffando e smadonnando.

Stronza Totale

Arriva stamattina, sulla sessantina…la cosa curiosa era la ricrescita nera di almeno dieci centimetri mentre il resto della capigliatura era biondo platino…ricordava in maniera inquietante la nostra carissima( nel senso di poco economica) Renata Polverini detta la Stronza Volante…e non mi sbagliavo….
-…me fai vedè le raccolte dei Bitolls…
Prendo le due raccolte la Rossa e la Blu e le appoggio entrambe sul bancone…
-Alla faccia der cazzo 32 euri…..
-Ah…beh….si le abbiamo abbassate, se veniva sotto natale non erano in campagna sconti e stavano a 49,90..
-Me cojoni…
-Volendo…..
-Porca puttana…ma cazzo ho promesso a mi nipote che je ne prendevo una….vabbè allora mi da la blu…
-…
-Però visto che la blu me la compro perché la rossa non me la masterizza?
-No…primo è illegale…secondo se la vuole se la compra…sono 31.90 alla cassa…
Mette una banconota da 50 sul banco, io ero con una sola banconota da 5 in cassa e chiedo se per cortesia ha due euro spicci in modo da darle 20,10 di resto, la signora prende un portamonete gonfio, lo scuote e mi fa…
-Guarda piuttosto che dalli a te ce pago er parcheggio…
Ok…te la sei voluta…ho preso una banconota da 10, una moneta da 10 centesimi e le ho dato il resto in monete da 20 centesimi….
-Ecco a lei…
-…e io queste dove me le devo da mette?
Non gli ho risposto ma il mio sguardo era inequivocabile….

Stronzo di Merda

Premessa, il giorno prima erano passati una coppia in negozio, due persone molto simpatiche, lui si era preso 3 cd tra Depeche Mode e Kate Bush, lei due album in vinile di due gruppi assolutamente storici, due titoli del tipo che tutti quelli che hanno almeno qualche cd hanno nella loro biblioteca musicale, in lp perché erano un regalo…il giorno dopo arriva il destinatario del regalo, maschio sui 60 abbondanti…
-Volevo fare un cambio…mi avete dato un disco che non vale niente…
-Prego?
-Ieri è venuta una mia amica che non capisce un cazzo e mi ha preso due dischi, uno passabile ma l’altro non vale veramente nulla…
E lo tira fuori…naturalmente non era sigillato
-Ma lo ha aperto….
-NO NON L’HO APERTO IO SI E’ APERTO DA SOLO QUANDO HO SCARTATO IL PACCHETTO….
Non c’è l’ho fatta a reggere di più l’ho dato in pasto alla proprietaria e sono uscito, il tizio ha continuato a lamentarsi dei cosiddetti pessimi consigli dati dai commessi e la proprietaria del negozio che ama anche lei il gruppo denigrato dallo Stronzo, l’ha preso masticato e ri-cagato rimettendolo a posto in quattro e quattro otto…

 
7 commenti

Pubblicato da su 08/10/2011 in Clienti Fetenti, Mononeuroniche

 

Un Temuto Ritorno

Squilla il telefono….

-“Centro di Igiene Musicale Buongiorno…”

-”Buongiorno salve senta si ricorda di me?, ascolti l’altra sera mentre dopo cena guardavo la televisione, che poi quella sera mi ero abbottata, mi ero fatta un piatto di pasta con le sarde una bistecca con le patate fritte e poi l’insalata, comunque mentre stavo cercando in televisione qualcosa da vedere sono capitata su di un canale che delle televendite, sa hanno delle cose fantastiche, pensi che con solo quattrocento euri mi hanno mandato a casa dei vasi mingg made in china originali dell’epoca una cosa fantastica, uno prende chiama e ordina più comodo di così si muore, che poi i vasi che ho preso si sposano con i cani di giada che ho preso l’altro mese sempre da loro, una cosa favolosa, sono così comodi, si ordina si paga e arriva tutto, comunque mentre sentivo la pasta con le sarde fare a botte con la bistecca in televisione ho visto una trasmissione mentre scarellavo i canali con una ragazza che cantava una canzone stranissima, sa per caso chi è? Era giovane ma non troppo e poi era vestita in maniera un po’ curiosa, sembrava un po una peripatetica vestita di pelle o addirittura gomma, una canzone curiosa ma briosa, come non se ne sentivano da tempo ed infatti mi ha incuriosito ma chissà che è, ma da dove è uscita una del genere e perché io non l’ho sentita prima , ma che strano, di solito io accendo la radio almeno un quartino d’ora al giorno ed è impossibile che l’abbia mancata, che poi mi sembra che quello che l’ha presenta che ora non mi ricordo il nome che poi è uno che sembra un negro per quanto è abbronzato, comunque carino il programma poi è arrivata questa ragazza, che curiosa, ma come si chiama?”

-“Ma veramente…

-“Ma quanti dischi ha fatto e chissà da quanto canta, è proprio brava ma tanto brava, che poi mi ricordava la Mina quando era giovane giovane che era ancora a forma di clessidra e non sfasciata come sta ora, che poi all’epoca anche la Mina ebbe i suoi guai che fece tutti quei figli fuori dal matrimonio e meno male che la cacciarono dalla tv, e quella si che era TV no quella che ci propinano ora, ora come ora a parte le televendite non c’è mai nulla di decente, ma pensi che qualche tempo fa mi sono presa una parure di gioielli fantastici , collana orecchini ed anello il tutto in pietre dure una cosa assolutamente favolosa per soli duemila euri. In ferro battuto e pietre dure opache una cosa fantasticamente favolosa, che belle le televendite ne non ci fossero loro la tv sarebbe una noia continua, che poi quella sera poi mi era presa la voglia di un gelato ma siccome non esco molto la sera allora avevo fatto scorta di magnum quelli mini però, solo che col fatto che sono mini uno non ci fa caso e poi va a finire che me ne sono fatta quattro scatole, due ai frutti di bosco e due al caramello , però sono piccoli ma buoni…comunque quello che ho fatto dopo in posti come l’oriente sarebbe stati segno che ho gradito molto la cena, un po scostumata ma che liberazione e comunque ma come mai non sa dirmi come si chiama questa ragazza?, ma da dove viene ma perché di un talento simile io non me ne sono acco…”

CLICK

ed ho chiuso il telefono…

PS: naturalmente non ho ascoltato tutta la conversazione perché nel momento in cui ho riconosciuto la voce ho lasciato il telefono acceso sul bancone e lo riprendevo ogni tanto mentre la signora parlava a tutto spiano poi invocando la legittima difesa ho chiuso la comunicazione…ma avete capito chi era?

 
5 commenti

Pubblicato da su 08/09/2011 in Clienti Fetenti, Mononeuroniche

 

L’accendiamo? No gli diamo proprio fuoco…

L’accendiamo? No gli diamo proprio fuoco…
Non so se è per il caldo o per una vera e propria epidemia di pazzia dilagante ma ormai qui al CIM si assiste quasi ogni giorno ad una serie di richieste assurde che non hanno nulla da invidiare alle domande preparate dagli esperti che si occupano dei quiz a premi, il che mi spinge sempre di più a desiderare il famoso lanciafiamme da avere sotto al bancone che però la proprietaria del negozio insiste a non voler prendere, sto seriamente prendendo in considerazione l’acquisto di una bombola di lacca per capelli extra-strong ed di un accendino come lanciafiamme di fortuna…

Caso Umano
Arrivo al CIM che me lo trovo già fuori dalla porta e questo non è mai un buon segno… uomo sulla cinquantina

-…ciao….senti…scusa….ma cellai i ciddi de quer complesso n’po strano…, so cinque o sssei e se vestono de bianco oppure denero, che fanno rocche o popperelettronicato…er cantante c’ha un po la faccia da idiota er tastierista c’ha le molle sotto ar culo pè sonà le tastiere…ma che cellai…?
Me lo sono guardato per almeno cinque minuti buoni senza dire nulla, ma semplicemente con la voglia di strangolarlo…
-Ah e ppoi so annati a Saremo…
-Quest’anno????
-No no mica lo so quanno…
Ad essere sinceri le cosiddette molle mi avevano fatto suonare un campanellino d’allarme, ma probabilmente più per sadomasochismo che curiosità vera e propria gli ho chiesto:
-Magari il titolo di una canzone???
-EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE Noooooooooo e io che cazzo ne so?
-Non è che sono questi?
E prendo il cd dei Subsonica lo mostro al cliente…
-SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII….so proprio forti….
In quel momento mi stavo guardando intorno, nel negozio ci sono dei cassetti abbastanza grandi che non utilizziamo e scommetto che una volta tagliato in pezzi abbastanza grandi ci sarebbe entrato comodamente…

Caso Pietoso
Arriva al CIM durante il pomeriggio, donna sulla quarantina abbondante accompagnata dalla figlia che non farà altro che ridere per tutto il tempo…

-Il cd che ho ordinato è già arrivato?
-…le è arrivato il messaggio di conferma?
-…veramente no…ma m i sa che non ho lasciato il numero perché non me lo ricordo mai…
-Il titolo o l’artista se lo ricorda?
-Assolutamente no…però era una strana…
-…mi scusi se lei non se lo ricorda e l’ordine lo ha fatto il mio collega, come faccio a sapere quello che ha ordinato?
-…ma guardi che era una proprio strana, mi sa mezza scozzese o addirittura canadese…
-Loreena McKennitt?
-No ma quasi, il cognome mi sembra di ricordare che è quasi uguale…
-Sarah McLachlan????
-Siiiiiii eccola è quella?
Controllo tra il materiale in ordine e non trovo nulla, in italia si trova solo il best, chiedo alla cliente se era quello e mi dice di no, magari il mio collega lo aveva richiesto tramite import…
-E che ne so io l’ordine l’ha fatto il suo collega…mi dica i titoli disponibili e io le dico qual è così me lo ricordo di sicuro…
Vado sulla pagina della discografia, le dico tutti i titoli usciti e manco a farlo apposta naturalmente non si trattava di nessuno di quelli, nel frattempo la figlia stava sghignazzando allegramente asciugandosi le lacrime da risata con un fazzoletto di carta…a questo punto vado all’altro computer e apro le mai di conferme di ordine del fornitore facendo ricerca per la McLachlan e naturalmente la signora con il sotto vuoto spinto da un orecchia all’altra aveva richiesto proprio il best, la prima cosa che le avevo detto, a quel punto la figlia stava tirando pugni al pavimento dalle risate scompisciandosi allegramente.

Caso Ridicolo

Qui fortunatamente c’era anche il proprietario che è quasi caduto dalla sedia dalle risate, perché se la raccontavo senza testimoni non ci avrebbe creduto nessuno, arriva un tipo sulla sessantina ed una curiosa rassomiglianza al compianto Enzo Cannavale…
-Buongiorno…senta ho bisogno di aiuto, ho un motivetto di classica che mi perseguita da giorni…
-Buongiorno a lei, si ricorda l’autore?
-no…ma sa è una cosa martellante
-magari l’esecutore???
– No però è al piano, guardi fa”PIRIPIRIPIRIPIRIPI E POI PARTE LA SCALA…”
Ed in quel momento il proprietario scoppia a ridere così forte che ci giriamo tutti, io dietro di me ho una scala della Foppa Pedretti che usiamo per arrivare agli scaffali in alto e stavo pensando di provarla sulle gengive del cliente…
-..forse è meglio che ritorno col titolo…
-…si credo proprio di si…
E non lo vide più nessuno.