RSS

Archivio mensile:febbraio 2013

3 terza serata – Sperando nei Maya (il ritorno di Al Bagno)

3 terza serata – Sperando nei Maya (il ritorno di Al Bagno)
SanremoMaya
Normalmente il 14 febbraio ho la consuetudine di guardare diverse volte il film San Valentino di Sangue, ma credo che ormai non sia più sufficiente , quindi ho deciso di continuare nella mia impresa sadomasochistica e anche stasera guarderò il festival di Sanremo.
Nella serata di oggi si esibiranno di nuovo le 14 canzone dei cosiddetti big che sono passate di turno, cioè Marco Mengoni: L’essenziale; Daniele Silvestri: A bocca chiusa; Raphael Gualazzi: Sai (ci basta un sogno); Simona Molinari&Peter Cincotti: La felicità;Marta sui Tubi: Vorrei;Maria Nazionale: E’ colpa mia; Chiara Galiazzo: Il futuro che sarà; Modà: Se si potesse non morire; Simone Cristicchi: La prima volta (che sono morto);Malika NocediCocco Ayane: E se poi; Almamegretta: Mamma non lo sa; Max Gazzè: Sotto casa; Annalisa: Scintille;Elio e le Storie Tese: La canzone mononota.
Si esibiranno, quindi, gli altri 4 giovani in gara, votati ancora con il solito diabolico sistema misto, televoto e Giuria della Stampa, per la definizione delle 2 “canzoni-artisti” ammesse alla finale di venerdì 15. Stasera in scena Andrea Nardinocchi, Antonio Maggio, Ilaria Porceddu e Paolo Simoni.
E si comincia con La Lityy e Straziofazio che stonano nei panni di Minghi e Mietta , altro che San Valentino di Sangue, dopo di che si comincia con la presentazioni delle canzoni e poi si parte anche col televoto.
Ed ecco la prima coppia Simona Molinari con Peter Cincotti con Vengo anche io no tu no 2013, ossia La Felicità, e lei si presenta sul palco con un abito smesso da Maria Nazionale. Il secondo è invece il cantante più eterosessuale del Festival conosciuto anche con il nome di Marco Mengoni con L’essenziale che a quanto pare su internet piace moltissimo e lo danno tra i favoriti alla vittoria.
Elio e le Storie tese guadagnano il palco con la loro Canzone Mononota, e si torna a ridere alla grande, e finisce con standing ovation dalla parte del pubblico.
Malika NoceDiCocco Ayane è la prossima ad esibirsi sul palco, insieme a lei la sua noce di cocco che stasera è tornata prepotentemente a farsi sentire . ..purtroppo.
Intervento di Lucianina e si ride e ci si commuove, Per San Valentino il festival prende di petto il tema delle donne massacrate dagli uomini o picchiate. Con giusta rabbia il monologo di Luciana. Che poi balla. Non sarà una ballerina, ma non sfigura ma ora capisco il perché della richiesta di un ortopedico in sala da parte di Fazio.
Ecco gli ousider del festival Marta sui Tubi già ribattezzati come Morta Sui Tubi , nonostante stecchi di meno la loro canzone sul web sembra non incontrare molto il favore del pubblico, si vede che l’hanno ascoltata bene.
L’ex vincitrice di X-factor Chiara è la prossima ad esibirsi con Vacanze romane 2013 , stasera non è vestita da Mago Galbusera per lo meno , peccato per la musica ed il testo, si salva solo la voce.
Intervento di Baggio….ronf.
Settimo artista sul palco Max Gazze con Sotto Casa, autocitazione al massimo e via così L’ottava ad esibirsi è Annalisa con Scintille, veramente carina lei , purtroppo la canzone un po’ meno .
Ecco arrivare il mistero di Sanremo 2013 Maria Nazionale…ed io ne approfitto per munirmi dei conforti caffeinici .
Ed ecco arrivare sul palco Cristicchi e la sua Canzone Zombie , dalla regia mi fanno notare la somiglianza delle musica con le Cose che abbiamo in comune di Daniele Silvestri e devo dire che dalla regia ci Azzeccano .
Arriva Anthony anche the Johnson ,brivido vero , splendida voce che si esibisce con You are my sister del 2005. Standing ovation e meno male.
Ed Ecco arrivare gli altri favoriti del festival , i Modà con Se si potesse non steccare , che anche stasera tengono fede al titolo, canzone paraculotta comunque, staremo a vedere .
A seguire Daniele Silvestri con a bocca chiusa, anche lui tra i favoriti di quest’anno , probabilmente beccherà l’ennesimo premio della critica.
Ed ecco arrivare finalmente gli Almamegretta, con Mamma Non Lo Sa, lo so che sono di parte e probabilmente per questo finiranno ultimi .
L’ultimo ad esibirsi dei big è Raphael Gualazzi detto L’aristogatto con Sai, Ci basta un sogno, canzone elegante che probabilmente si muoverà bene.
Intermezzo pianistico, ci doveva essere il Maestro Daniel Barenboim, che ha diretto il Lohengrin, opera che ha inaugurato la stagione scaligera lo scorso 7 dicembre. E’ costretto a restare a Berlino per motivi di salute e al suo posto arriva la giovane pianista italiana Leonora Armellini, di 20 anni la regia su di lei si rivela particolarmente impietosa .
Arrivano i giovani , il primo a cantare e Andrea Nardinocchi con Storia Impossibile , con la conduzione orchestrale delle grande Andreà Mirò, che tra le altre cose se la balla alla grande. Arriva il secondo giovane, Antonio Maggio ex Aram Quartet con Mi servirebbe sapere , canzoncina molto divertente e teatrale.
Il terzo e Paolo Simoni anche lui cantautori e si esibisce con le Parole , ed era molto meglio di no.
L’ultima ad arrivare Ilaria Porceddu vestita da paralume umano optical con In equilibrio , bella voce ma dovrebbe cantarla tutta in sardo, così almeno non si capiva.
Arriva Al Bagno….ed io in bagno ci vado davvero…attimi di panico…ho terminato l’imodium non ho più difese contro Albano
Arriva il risultato dei giovani , passano il turno Ilaria Porceddi e Antonio Maggio, l’ex aram quartet.
14°Almamegretta
13°Morta sui tubi
12° Malika Noce Di cocco Ayane
11° Simone Cristicchi
10° Max Gazze
09° Daniele silvestri
08° Elio
07° Maria Nazionale
06° Simona Molinari e Peter Cincotti
05 Aristogatto Gualazzi
04°Chiara
03 °Annalisa
02° Modà
01 Marco Mengoni
Sanremo stasera si chiude sulle note stonate di Vattene Amore….era meglio San Valentino di Sangue…

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 02/28/2013 in Uncategorized

 

Sanremo 2013 seconda serata : Evocando i Maya

Sanremo 2013 seconda serata : Evocando i Maya

SanremoMaya

Eccoci di nuovo a parlare di Sanremo 2013, giunto alla seconda serata, e si comincia con una triste notizia, l’intervento dei Ricchi e Poveri non ci sarà stasera a causa della scomparsa del figlio di uno dei componenti del trio , quindi probabilmente stasera vedremo qualche esibizione delle nuove proposte che sono completamente zompate ieri sera. L’anno scorso c’è stata la bellissima sorpresa di Marco Guazzone , speriamo bene.
I big ad esibirsi stasera sono
Modà (Come l’acqua dentro il mare, Se si potesse non morire); abbinati a Max Biaggi ed Eleonora Pedron Malika Noce Di Cocco Ayane (Niente, E se poi); abbinata a Neri Marcorè Simone Cristicchi (La prima volta [che sono morto], Mi manchi); abbinato a Jessica Rossi Almamegretta (Onda che vai, Mamma non lo sa),abbinati a Filippa Lagerback Max Gazzè (Sotto casa, I Tuoi maledettissimi impegni);abbinato alla nazione di fioretto femminile Annalisa (Scintille, Non so ballare); abbinata a….Carlo Crocco Elio e le Storie Tese (La canzone mononota, Dannati forever) abbinati a Roberto Giacobbo
Si parte con Beppe Fiorello, altro megaspottone sulla prossima fiction su Modugno, e se la cava benino nell’imitazione . Arriva Bar Rafaeli e Fazio sbava, pietosa la scenetta con la Littizzetto.
Arrivano sul palco I Modà , dati per favoriti tra le altre cose, Se si potesse non morire è la prima canzone, ballad in stile Modà niente di più niente di meno a parte le stecche, secondo brano Come l’acqua dentro il mare, che a me sembra uguale alla prima. A Max Biaggi ed Eleonora Pedron l’arduo compito di annunciare la canzone che passa il turno e ai votanti di distinguerle. Se si potesse non Steccare passa il turno.
Arriva Simone Cristicchi, la prima canzone è Mi Manchi, e a me viene da ridere ripensando alla faccia della Littizzetto quando Faziostrazio ha letto gli autori della canzone, e devo dire che stecca bene anche lui, la seconda canzone è La prima Volta (che sono morto)…no che sono intonato, Canzone Zombie a Sanremo, Cristicchi gioca a fare Daniele Silvestri. Meglio che lasci perdere. Jessica Rossi medaglia d’oro nel tiro al volo viene a dare il colpo di grazia a Cristicchi. Canzone Zombie passa il turno.
Arriva Carlà Bruni vestita da impresario funebre , canta in playback , e nella sala si assiste ad uno strano e preoccupante fenomeno che si chiama la Lievitazione Dei Maroni. Duetto tra Luciana & Carlà ed io lacrimo.
Dopo l’intermezzo comico arriva Malika Noce Di Cocco Ayane ossigenata come non mai con Niente, firmata da Luciano Sangiorgi dei Negramaro e si sente, probabilmente se la cantava Sangiorgi era meglio, la seconda canzone si chiama E se poi anche questa di Sangiorgi e si sente, devo dire sta lentamente abbandonando LaNoceDiCocco ed sarebbe un bene, abbinata a Neri Marcorè in stile Alberto Angela che cita elio e le storie tese, e la seconda canzone passa il turno. E si ritorna al Bar.
Bar Biturici introduce gli Almamegretta tornati alla formazione originale con Raiz, la prima canzone Mamma Non Lo sa, e si ritorna nel glorioso passato dub del gruppo, la seconda canzone è firmata Tiromancino e sembra una loro canzone infatti, meglio la prima, abbinati a Filippa Lagerback si ricostituisce il gruppo dei che tempo che fa, passa il turno la prima canzone. Devo dire che con loro sono un po’ di parte mi sono innamorato di loro da quando li ho scoperti con la collaborazione con i Massive Attack
E’ il turno di Max Gazze con la prima canzone I tuoi maledettissimi impegni, e si cita da solo , Autocitazione?Autoplagio? la seconda canzone è Sotto Casa, speriamo in meglio , come non detto è uguale. Max è abbinato alla nazione di fioretto femminile e passa il turno una delle due.
Annalisa arriva sul palco, la prima canzone è Scintille lei carinissima la canzone un po’ meno ma almeno non stecca, la successiva canzone è Non So Ballare, Annalisa va decisamente meglio nelle ballad o nelle mid-tempo . Il Proclamatore è Carlo Cracco. Passa la prima giustamente la peggiore.
Il giovane cantautore israeliano Asaf Avidan, reso celebre in tutto il mondo dalla hit “Reckoning Song” e ora sul palco. Dotato di una voce emozionante e decisamente fuori dal comune, il pubblico in sala apprezza moltissimo e alla fine Straziofazio chiede il bis al cantante che lo concede ed il pubblico è in deliquio.

Dopo 17 anni tornano sul palco Elio & le Storie Tese, la prima canzone è Dannati Forever e si ride, solo loro potevano andare a Sanremo con una canzone il cui ritornello è Tu-tu-tu tutti all’inferno, la seconda canzone è invece La canzone Mononota , e si continua a ridere e alla grande. Canzoncina divertentissima e piena di citazioni tra cui la Tremarella di Edoardo Vianello o Le mille bolle blu di Mina. Roberto Giacobbo e abbinato a Elio e giustamente passa la Canzone Mononota.
Siparietto tristissimo tra Faziostrazio e Marcorè.
Si esibiscono finalmente 4 dei giovani: nella prima serata son saltate le 8 esibizioni dei giovani previste dalla scaletta, causa allungamento dei tempi.
Si tratta dei Blastema, Il Cile, Irene Ghiotto e Renzo Rubino. Le canzoni saranno votate con sistema misto, televoto e Giuria della Stampa. Le 2 ‘canzoni-artisti’ col punteggio complessivo più elevato verranno ammesse alla quarta serata, quella del venerdì, quando verrà proclamato il vincitore della sezione Giovani.
Il primo dei Giovani è Renzo Rubino con Il Postino (Amami Uomo), la canzone è carina e parla di amore omosessuale con normalità e leggerezza ed un attimo di paraculaggine, non male spero che passi.
Il secondo a esibirsi Il Cile con le Parole non servono più, artista molto atteso e da quello che leggo sul web ha provocato un leggero scompenso ormonale, non male la canzone , comunque fino ad ora i giovani hanno cantano meglio dei big.
Irene Ghiotto è la terza dei giovani , con il pezzo Baciami? Proviene anche lei da Area Sanremo ed il pezzo è decisamente originale.
Arrivano anche i Blastema, gli ultimi ad esibirsi e menomale, la canzone Dietro l’intima ragione sembra una cosa del tipo vorrei essere gli Skunk Anansie e mi ritrovo con uno scarto delle vibrazioni.
Passano il turno Renzo Rubino tra le grida isteriche del pubblico , a dire il vero sono contento, e non ci posso credere lo scarto delle Vibrazioni ossia i Blastema passano il turno. Non mi resta che evocare i Maya.
Attimo di conforto nicotinico, e di nuovo Beppe Fiorello dopo la pubblicità probabilmente per continuare lo spottone sulla fiction. Come Volevasi Dimostrare
E per stasera è tutto gente a domani.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 02/27/2013 in Off-topic(a)

 

Con la faccia di pietrisco tu parli io non capisco…2 LA VENDETTA

Anche oggi sono di sostituzione da mia madre, stavolta per un controllo medico, incrociando le dita come si suol dire, mia madre non fa in tempo ad uscire che la prima mononeuronica arriva al galoppo , si fa per dire naturalmente ma non appena mia madre la riconosce mi saluta e scappa via in fretta…è sui 60/70 si muove estremamente lentamente stile bradipo e probabilmente ha gli stessi contatti mentali, senza offesa per i bradipi.

2013-02-26 12.47.44

Io :Buongiorno
Lei: …
Lei:…ma quella torta in vetrina che è un po’ color cacca che cosa è?
Io:..????
Lei: …ma si quella….
Io:…la prima è un profiterol caffè e pistacchio e la seconda è un mont blanc….
Lei:…ah….no mai sentite….che mi da un millefoglie alle fragoline di bosco….
Io: guardi che il millefoglie lo facciamo solo su ordinazione
Lei:…ah…allora lo ordino, me lo fa trovare tra 5 minuti allora…
Io: su ordinazione vuol dire che io le prendo l’ordine e lei diciamo che da domani ritira la torta, mio padre fa i “fogli “ espressi il giorno prima per il giorno dopo….
Lei:…ah….quindi se lo ordino tra quanto me lo fa trovare, una mezzoretta????
Io: no………
Lei:…ah….e per quando?
Io: PER DOMANI
Lei:…ah….ma a me serve per pranzo, per oggi …
Io: sarebbe dovuta venire ieri, se vuole ci sono altre torte…
Lei:…ah….allora…mi da un millefoglie alle fragoline di bosco….
Io: aridaje guardi che il millefoglie lo facciamo solo su ordinazione
Lei:…ah….quindi se lo ordino tra quanto me lo fa trovare???
Io: SEMPRE PER DOMANI
Mi guarda incredula…forse ci è arrivata….
Lei:…ah….vado da un’altra parte dove me lo fanno espresso
Io: AUGURI……

2013-02-26 12.47.34

Il giorno di chiusura
La signora è relativamente giovane ma con uno sguardo un po’ spiritato, infatti non sembra molto connessa…
Lei: Mi scusi ma il giorno di chiusura è quello indicato in vetrina?
Io: Si signora siamo chiusi di mercoledì…
Lei : Quindi lunedì siete aperti?
Io: Si di solito si….
Lei: Ma ne è sicuro?
Io: Si signora da 33 anni che siamo chiusi di mercoledì…
Lei: Per cui se vengo lunedì trovo aperto?
Io: Si basta che non passi dalle 13 alle 16 che il negozio è chiuso l’orario è dalle 08 alle 13 e si riapre dalle 16 alle 20
Lei: Per cui se vengo lunedì trovo aperto?
Io: ……..si, ma cosa le serviva?
Lei: Degli Arrosticini dei supplì e delle crocchette per mercoledì
Io: A parte il fatto che queste cose le trova alla tavola calda ed in pizzeria e non in pasticceria ….mercoledì siamo chiusi….
Lei: Ma lunedì siete aperti?
Io:…

 
6 commenti

Pubblicato da su 02/26/2013 in Clienti Fetenti, Mononeuroniche

 

Off Topic(a) Sanremo 2013 Prima serata – Rimpiangendo i Maya…

SanremoMaya
Ed anche quest’anno in preda del mio attacco di sadomasochismo come non mai, ho deciso di vedere Sanremo, arrivato alla 63° edizione e affidato nelle mani di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.

La formula di quest’anno di Sanremo è cambiata: 14 big che si esibiscono in due canzoni diverse, 7 di loro si esibiranno nella prima serata e sono Marco Mengoni, noto anche come il cantante più eterosessuale del festival, Raphael Gualazzi ex Aristogatto, Daniele Silvestri, Simona Molinari & Peter Cincotti, Marta sui Tubi, Maria Nazionale (prima o poi questa me la spiegheranno)… e Chiara Galiazzo, la vincitrice di X-factor (visto che giustamente Fazio aveva detto che non ci sarebbero stati vincitori di reality…) (“la coerenza innanzitutto”, come direbbe la mia amica Anna Mobbene).

Il regolamento quest’anno ha qualcosa di diabolico.
Allora andando con disordine:

I big presentano due canzoni ma solo una delle due canzoni presentate continuerà la gara e a deciderlo il televoto e la Giuria della Stampa (al massimo due giornalisti accreditati per testata – quotidiani, stampa periodica, web, radio e televisioni private – che potranno anche essere diversi in ciascuna delle serate di votazione), ciascuno con un peso del 50%.

A ‘proclamare’ la canzone che passa il turno saliranno sul palco dei ‘presenters’: il primo ad avere questo onore/onere è Marco Alemanno, compagno di Lucio Dalla, ricordato così all’Ariston dove l’anno scorso accompagnò Pierdavide Carone. A lui il compito di informare Mengoni sulla canzone che ha superato il turno. A seguire, Ilaria D’Amico e Valeria Bilello per Daniele Silvestri, la tennista Flavia Pennetta per Molinari e Cincotti, Benedetta e Cristina Parodi per i Marta sui Tubi, Vincenzo Montella per Maria Nazionale e il pallanuotista Stefano Tempesti per Chiara…

E finalmente si parte, partono l’anteprima di Sanremo e la prima marchetta pubblicitaria della Golia Active Plus.

Ed ecco Fazio che inizia con l’omaggio a Giuseppe Verdi, con il Va Pensiero (“va pensiero sull’ali d’orate“… e comunque alcune delle coriste sembrano le future vittime di un film di Dario Argento) eseguito dal Coro dell’Arena di Verona.

E poi eccola, Luciana Littizzetto in un cocchio stile Cenerantola, battutaccia pronta come al solito; la trovo adorabile e deliziosamente volgare al punto giusto. Fazio spiega di nuovo il diabolico regolamento, e dopo la pubblicità si parte con la gara, primo dei big ad esibirsi sarà Marco Mengoni, noto anche come il cantante più eterosessuale del festival, con L’Essenziale… la canzone è una ballata niente di eccezionale anzi direi un poco sottotono, niente di che insomma lui anche troppo contenuto: il secondo pezzo ha il titolo di Bellissimo e se non ricordo male è della Nannini con Pacifico, va un pochino meglio ma è abbastanza anonima anche questa… forse con un arrangiamento diverso e cantata dalla Nannini sarebbe stata meglio.

Attimo emozionante arriva Marco Alemanno, il compagno di Lucio Dalla che lo ricorda sul palco e annuncia che la canzone che passa il turno è L’Essenziale (cioè la peggiore delle due).
Arriva sul palco l’Aristogatto Raphael Gualazzi e si fa musica sul serio il primo pezzo Senza Ritegno ricorda un po’ Sergio Caputo, carina ma decisamente poco sanremese, a seguire il pezzo Sai (ci basta un sogno) anche questa poco sanremese e molto di pianobar, e tocca a Ilaria D’Amico dire quale delle due canzoni passa il turno. La seconda passa il turno ed infatti è la preferita dell’Aristogatto, riparte la pubblicità ed io mi munisco dei conforti caffeinici.

Attimo volgar/comico con Luciana Littizzetto che con Felix Baumgartner si presenta con un abito violetto e il rumore delle grattate in sala arrivano fino a qui.

La gara prosegue, arriva ora Daniele Silvestri, con A Bocca Chiusa è la prima canzone un po’romanesca, furbetta e anche lui poco Sanremese, la seconda canzone invece è Il Bisogno di te dove ci si ritrova il Daniele Silvestri stile Paranza/Salirò o anche la Famosa Y10 Bordò, popparolo e stonatino… e passa la prima delle due canzoni. La seconda invece sarà uno dei prossimi tormentoni.

Eccoci di nuovo in gara con Simona Molinari e Peter Cincotti che presentano Dr. Jeckill & Mr. Hide, un pezzo molto carino anni 60 (è la prima canzone del duo), mentre La Felicità è il secondo pezzo semi-jazzato-boogie boogie, poco sanremese ma tutto sommato divertente, peccato che ricordi Vengo anche io no tu no. La tennista Flavia Pennetta annuncia quale delle due canzoni passa il turno e vengo anche io no tu no 2013 passa il turno.

Attimo Crozza… che si presenta come Silvio B.: volano un paio di pirla in sala… e una parte del pubblico lo fa nero e Fazio interviene… Cozzo è un po’ sottotono, non lo salva neanche l’imitazione di Bersani alla Paolo Conte, anzi credo che domani Paolo conte se lo mangia.
Intervento troppo lungo ed alla fine anche un po’ noiosetto a dire il vero.

Scusate mi ero addormentato, ricomincia la gara musicale con il gruppo musicale dei Marta Sui Tubi, i probabili outsider del featival, il pezzo si chiama Dispari, molto poco sanremese e zeppa di citazioni: si, sono decisamente gli outsider del festival. La seconda canzone che il gruppo presenta si intitola Vorrei, la voce del cantante non è al massimo e credo che il pubblico li abbia graditi molto poco. Le sorelle Parodi sono abbinate a Marta Sui tubi… e a me viene da ridere… le sorelle Parodi… e a seguire la Tatangela, il bagno mi chiama…URGENTEMENTE.
Passa il turno la canzone Vorrei.

Intermezzo gay, arrivano Stefano e Federico, i due protagonisti del video di cui si è tanto parlato sul web, hanno avuto lo spazio promesso nel corso della prima serata della kermesse. Ma il tanto chiacchierato sfioramento di labbra non è arrivato. I due giovani all’Ariston hanno replicato il video di Youtube (pubblicato da Repubblica) in cui, seduti l’uno accanto all’altro, annunciano il loro matrimonio, il 14 febbraio a New York. Tutto identico tranne il finale. Se la clip originale, infatti, si conclude con un bacio, a Sanremo questo è stato tagliato… perchè?

Arriva Maria Nazionale, uno dei veri misteri di questo festival. Parte con il primo pezzo Quando non parlo firmato Enzo Gragnaniello e finalmente si fa vivo il mitico Peppe Vessicchio, vera istituzione del festival: si parte per Napoli. La seconda canzone è firmata Avion Travel, E’ Colpa mia… si ci credo.
Arriva sul palco Vincenzo Montella e passa la seconda canzone.

Arriva sul palco di Sanremo Toto Cutugno… premio alla carriera, intervista, sbadiglio assicurato e raglia, ehm canta L’Italiano accompagnato dal coro russo, ed essendo stato in Russia ho trovato i suoi cd nei negozi russi insieme ai Ricchi E Poveri purtroppo vi confermo che da quelle parti sono delle vere superstar… a seguire sviolinata e canzone russa. Mi sorge il dubbio che la Oxa alla fine avesse ragione.

A seguire spottone cutugnesco sulla prossima fiction targata Rai su Domenico Modugno… quasi quasi rimpiango i Maya.

Arriva finalmente Chiara, la vincitrice del reality di X-Factor, momento molto atteso, L’eperienza dell’amore è il primo pezzo made in Tiromancino, bella voce pessimo vestito ricorda un po’ il Mago Galbusera e la canzone è un po’anonima. Il secondo pezzo è il Futuro che Sarà… pezzo Baustelle… che ricorda un incrocio tra Piazzolla ed il remix della Ruggiero di Vacanze Romane. E il portiere della squadra di pallanuoto è incaricato di dire quale canzone passa. Passa il turno Vacanze Romane 2013.

E per stasera è tutto.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 02/25/2013 in Off-topic(a)

 

Tempo di sostituzioni, tempo di crisi, tempo di stronze…

Ieri ho di nuovo sostituito la mia mammina in negozio a causa di un evento molto piacevole stavolta, il compleanno della mia dolce futura cognatina, La Pisola . Ci siamo fatti un po’ del pomeriggio a turni e mi ero scordato che il sabato pomeriggio le mononeuroniche si scatenano, è vero che siamo in tempo di crisi per cui mi aspetto che la gente sia un po’ in ristrettezze, come me del resto, ma alcuni personaggi non si sopportano, un conto è il non potersi premettere delle cose un conto è comportarsi come una Vera Finta Bionda appena uscita dal film dei Vanzina….

La Tirchiomanna

Arriva in negozio insieme al figlio piccolo, lei è griffata dalla testa ai piedi ed il povero piccolo porta almeno una decina di buste, pacchi e pacchettini della valigeria vicino al negozio, negozio splendido tra le altre cose ma non esattamente economico, sui quaranta , quarantacinque al massimo e la tipa tra le altre cose avrebbe bisogno di un urgente lavoretto di tinta alle radici….

-Aho ma la cissecacche all’americana cellavete?
-…oddio veramente no, non è un tipo di torta che fa parte di quelle che fa mio padre
-…strano la fanno in tutte le pasticcerie….
-Quante ne ha girate fino ad ora?
-…una ventina
-…sic!
-….e invece la torta al lime de limone cellavete?
-…NO….però al limone in vetrina c’è un Profitterol Crema al Limone e Pinoli e le mostro la torta…
-…no no troppa crema….mi fa vedere la ciambellina alle fragole quella piccola…

Le prendo la torta in vetrina, si chiama Girasole ed è un invenzione di mio padre, una ciambella di pasta bignè ripiena di fragole fresche e crema chantilly , le prendo la misura piccola come mi ha richiesto, è per un massimo di 4/6 persone , e la tipa se la studia insofferentemente e poi scrollando le spalle mi fa

girasole

-Vabbè….
-Questa è per 4/6 persone al massimo, le va bene?
-Si si , come no, siamo in 12 ma farò le fette più piccole….
-…è sicura?
-Si si si e senta chemmedà pure un ventaglio….

Metto la torta in una scatola e con le pinze prendo un ventaglio dal vassoio, ora una piccola premessa i ventagli di mio padre sono alti 4/5 centimetri e larghi almeno 20/25 ma questo non giustifica la seguente richiesta della tirchiomanna…

-Me lo divide in 4?
-SCUSI!!!!!
-Si si ce facciamo merenda io, mi marito e i miei due fiiji…..

Guardo mia madre che nel frattempo è rientrata, scrolla le spalle e mi passa il coltello con cui taglio il ventaglio ma è estremamente evidente che entrambi preferiremmo usarlo volentieri sulla tipa in questione….
Le metto i pezzi del ventaglio squartato in una busta e poggio sia la scatola che la busta nei pressi della cassa e le dico il totale, ed eravamo abbondantemente sotto i 15€

-Alla faccia e non me lo fa lo sconto? 10€ per tutto le vanno bene?
-NO
-….e a lei signora? (rivolta a mia madre….almeno credo)
-NO….mi fa il santo favore di pagare ed andarsene a quel paese

Replica la mia meravigliosa mammina, la tirchiomanna paga e finalmente se ne va….a quel paese.

 
6 commenti

Pubblicato da su 02/10/2013 in Clienti Fetenti, Mononeuroniche